Stampa questa pagina

Confermati per il 2017 i bonus per la ristrutturazione edilizia e per la riqualificazione energetica

  • %AM, %10 %473 %2016 %10:%Nov

Quando ristrutturare la piscina? ADESSO! Grazie ai bonus fiscali, sarà possibile ricevere in 10 anni il 50% delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione

Essendo parte della casa, la piscina rientra nei costi detraibili e sarà possibile ricevere in 10 anni il 50% dei costi sostenuti grazie ai bonus fiscali che sono stati prorogati anche per il 2017. In parole povere significa che se il costo sostenuto per la ristrutturazione è di 20.000 euro lo stato rimborserà per 5 anni, 2.000 euro l'anno.

Da tenere ben presente che oltre ai lavori di ristrutturazione sarà possibile detrarre anche i costi per progettazioni, per prestazioni professionali ed altri costi legati agli interventi di restauro.

Di seguito l'elenco dei lavori detraibili al 50% per la ristrutturazione:

  • Modifica e rinnovo integrale della piscina
  • Ampliamento piscina
  • Rifacimento rivestimento
  • Cambio di sistema di filtraggio (per esempio da skimmer a bordo sfioro)
  • Messa a norma o rifacimento dell’impianto elettrico e idraulico della piscina

Altri lavori come l'istallazione, la modifica o la sostituzione del'impianto di riscaldamento sono detraibili, ma al 65%.

Guide Linea per ottenere l'incentivo: 

Il pagamento deve essere fatto attraverso un bonifico parlante. La maggior parte degli Istituti di credito mettono a disposizione del cittadino dei modelli precompilati. Vista la delicatezza della procedura, un piccolo errore causerebbe la non accettazione della pratica e quindi la non fruibilità dei bonus, sempre meglio appoggiarsi al commercialista di fiducia o a figure competenti in modo da essere seguiti passo passo.

L'autunno è la stagione delle occasioni, ma non solo è anche la stagione giusta per iniziare i lavori e per avere la piscina come nuova già per la primavera.